L’Istituto STIIMA-CNR di Biella, nell’ambito del costante sostegno fornito alle Forze dell’Ordine in materia di contraffazione, ha recentemente collaborato alle indagini condotte tra il Piemonte e la Lombardia dalla Guardia di Finanza di Torino, che aveva riscontrato delle anomalie nei prezzi di alcuni capi venduti come merce pregiata appartenente a grandi marchi di abbigliamento.

A seguito delle attività di supporto analitico, svolte presso i laboratori di STIIMA-CNR Biella, in cui è stata accertata la frode (ad esempio: capi in acrilico etichettati come seta), le Fiamme Gialle hanno effettuato un maxi sequestro di migliaia di prodotti, che avrebbero fruttato guadagni per più di un milione di euro. L’evento ha avuto risonanza regionale e nazionale ed è stato riportato da diverse testate giornalistiche, mettendo in risalto l’importanza delle attività dell’Istituto a sostegno del Made in Italy, operando sia nella fase di Ricerca e Sviluppo, sia nella fase di analisi del prodotto e del controllo qualità.