CNR-STIIMA Bari – Amendola, in collaborazione con il Jonian Dolphin Conservation, la Fondazione centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici, il Dipartimento di bioscienze, biotecnologie e ambiente e il Dipartimento di informatica dell’Università di Bari e la Scuola di ingegneria dell’Università della Basilicata, ha condotto il primo studio rivolto allo studio dell’habitat e degli usi dei cetacei sfruttando tecniche di intelligenza artificiale.

La ricerca, pubblicata su Scientific Reports, è stata coordinata dalla ricercatrice Rosalia Maglietta. Attraverso la raccolta di diverse tipologie di dati raccolti tra il 2009 e il 2022, la ricerca ha evidenziato quali sono le variabili ambientali che influenzano maggiormente la distribuzione e l’abbondanza dei cetacei.

Leggi il Comunicato Stampa del Cnr per saperne di più: Intelligenze artificiali per studiare i cetacei nel Golfo di Taranto.