Macro tematiche di ricerca:

Referente scientifico:

Principali persone coinvolte:
ARLATI SARA
COLOMBO VERA MARIA
SACCO MARCO

Partner:
CNR-STIIMA, sede di Lecco
POLIMI Polo Lecco
IRCCS Medea – Ass. La Nostra Famiglia, Bosisio Parini
INRCA IRCCS Casatenovo
Ospedale Valduce – Centro di Riabilitazione Villa Beretta (CRVB)
UniverLecco (Capofila)

Tipologia: Fondazione CARIPLO

Anno fine: 2022

Anno inizio: 2021

Durata: 1 anno e 9 mesi

Costo complessivo: 189.400 €

Finanziamento complessivo: 169.000 €

Finanziamento CNR: 61.000 €

Costo STIIMA: 69.400 €

Finanziamento STIIMA: 61.000 €

Coordinatore: UniverLecco

Applicazione della tele-Riabilitazione come sTrumEnto DI continuità di curA

Garantire la continuità di cura ospedale-territorio all’interno del processo riabilitativo è da sempre un elemento cruciale che, alla luce dei recenti eventi globali, ha assunto una maggiore importanza. La situazione emergenziale legata alla diffusione del SARS-CoV-2 ha visto l’interruzione o la limitazione di molti servizi clinici non essenziali alla gestione dell’emergenza sanitaria, tra cui quello della riabilitazione di pazienti in tutte le fasce di età. È quindi sempre più evidente la necessità di investire su nuovi metodi per il supporto ai pazienti cronici, ossia a tutta quella categoria di utenti che richiede la continuità della cura per non andare incontro all’ulteriore declino delle proprie capacità cognitive e/o motorie e per evitare l’insorgenza di patologie secondarie.

In tale contesto, ARTEDIA mira alla realizzazione e validazione di un sistema di tele-riabilitazione usabile al domicilio e dedicato sia ai pazienti cronici, sia agli (ex)-pazienti COVID-19.

Il progetto prevede l’implementazione di una piattaforma di tele-riabilitazione (basata su una soluzione già disponibile commercialmente, Khymeia) che integri esercizi mirati all’allenamento delle capacità cognitive e delle funzionalità motorie degli arti superiori ed inferiori. Per la realizzazione di quest’ultimo obiettivo, si utilizzerà un ciclo-ergometro, ossia uno strumento in grado di consentire il training degli arti inferiori in modo sicuro e controllato. Saranno inoltre integrati degli appositi sensori mirati a monitorare la performance dell’utente, sia a scopo di valutazione, sia per garantire la sicurezza.

La piattaforma così strutturata sarà validata arruolando diverse tipologie di pazienti, tra cui adulti ed adolescenti con patologie neuromotorie e pazienti con problematiche respiratorie. Ciascuna clinica arruolerà 6 pazienti al mese per un 4 mesi di studio. La validazione del sistema avverrà mediante la valutazione della user-experience e di alcuni outcome clinici.